Mancava un punto. E punto A? stato. Il SONDRIO, dopo due anni e a quattro dalla “prima volta”, ha conquistato la promozione in serie D vincendo per la prima volta nella sua storia il campionato di Eccellenza. Oggi sul terreno del De Coubertain di Oggiono, contro una squadra che nella prima parte di campionato A? sembrata essere l’unica alternativa possibile, il Sondrio di Luca Colombo aveva a disposizione due risultati utili su tre, il pareggio e ovviamente la vittoria, per conquistare quell’ultimo punticino che gli avrebbe permesso di vincere il campionato. L’incontro, molto sentito anche dal NibionnOggiono, A? stato tosto, difficile, emozionante e alla fine il Sondrio A? uscito dal campo con quel punto che gli ha permesso di approdare in serie D. GRANDISSIMI. Il match A? incominciato malissimo per i biancazzurri che al 16′ si sono ritrovati sotto nel punteggio. Gran guizzo di Isella sulla sinistra e tocco a centro area per Montalbano che di piatto ha fatto secco un incolpevole Lassi e portato sull’1-0 i suoi. Il Sondrio, assai contratto all’inizio, si A? “sbloccato” e al 27′ un bel duello Jamal – Fascendini ha portato lo stesso Jamal al tiro dal limite di sinistro che A? terminato perA? tra le mani di Bourmila. Al 32′ il Sondrio ha pareggiato. Gran contropiede imbastito da POntiggia che ha puntato due difensori e ha poi allargato a sinistra per Cannataro che ha colpito il palo con un diagonale un po’ “strozzato”. La palla A? tornata in campo e Pontiggia ha bruciato due difensori e con un tocco facile facile ha messo in rete il pallone che, alla fine A? valso la vittoria del campionato e la promozione diretta in serie D. Nel finale del primo tempo prima Montalbano, tiro alto da centro area su imbeccata di Isella, e poi Isella, tiro di poco fuori, hanno fatto venire i brividi al Sondrio e al meraviglioso pubblico presente sugli spalti. Al 9′ della ripresa il Sondrio avrebbe potuto passare in vantaggio. Gran intuizione di Fascendini per Speziale che, entrato in area, A? entrato in rotta di collisione con Bourmila inducendo l’arbitro a fischiare il rigore. Sul dischetto si A? presentato Cannataro che ha calciato perA? alto sopra la traversa! Due minuti dopo Montalbano, libero davanti a Lassi, ha calciato alle stelle mentre al 21′ Fiorina A? entrato al posto di un Frigerio infortunatosi nuovamente ad un ginocchio (nei prossimi giorni gli accertamenti del caso). Al 27′ Isella ha preso palla vicino all’area piccola ma la sua girata A? finita appena alta sopra la traversa. Al 38′ l’ottimo direttore di gara Vailati di Crema ha annullato un gol al Nibionno per un fuorigioco di Maresi che ha ostruito la visuale a Lassi su punizione dal limite di Donghi. E nel finale Lassi ha alzato il muro. Il giovane portiere del Sondrio A? stato strepitoso al 92′ quando ha deviato con un guizzo sulla sua sinistra un gran colpo di testa di Cardinio mentre al 93′ A? stato attento a non farsi ingannare sul primo palo da un colpo di testa di un giocatore di casa. E poi al 95′ l’apoteosi… con il triplice fischio finale e i giocatori ad abbracciarsi, a correre e ad esultare insieme ai fantastici tifosi (presenti ieri 300 valtellinesi ad Oggiono) capeggiati dai ragazzi del Grup SasA?la… La D A? realtAi??. La festa A? appena incominciata!

NIBIONNOGGIONO – SONDRIO 1-1

Reti: 16′ pt Montalbano, 32′ pt Pontiggia

NIBIONNOGGIONO: Bourmila, Panzeri, Pelucchi, Zorloni, Redaelli, Perego, Montalbano, Legnani, Tagliabue, Isella, Suardi. A disposizione: Cicchi, Colombo, Parisi, Donghi, Maresi, Bovis, Cardinio. All.: Giuseppe Commisso

SONDRIO: Lassi, Jamal, D’Onofrio, Cannataro, Balzo, Frigerio, Ronzoni, Speziale, Pontiggia, Della Cristina, Fascendini. All.: Luca Colombo